I 18 anni di Spirito di Vino

Vincitori dell’edizione 2017, premiati con una selezione delle migliori etichette delle cantine associate al Movimento Turismo del Vino FVG, sono stati per la sezione under 35 l’uzbeco Muzzafar Yulchiboev con “Tango” (primo classificato), il torinese Davide Nolfo con “Vino amabile” (secondo classificato) e la milanese Desiré Galbiate con “Vino, vinili, vintage” (terza classificata).
La sezione over 35 ha visto trionfare la torinese Marzia Grossi con “Wine test” (prima classificata), il toscano Pietro Giallombardo con “Vin Gogh” (secondo classificato) mentre al terzo posto troviamo l’australiano Mark Lynch con “No title”.

18 anni di Spirito di Vino

18 anni di Spirito di Vino

18 anni di Spirito di Vino

18 anni di Spirito di Vino

Le vignette in gara sono state giudicate da una giuria d’eccezione capitanata dal presidente in carica Alfio Krancic e dal presidente onorario Giorgio Forattini e composta da nomi illustri della satira, del giornalismo e della grafica: Emilio Giannelli (vignettista), Valerio Marini (vignettista), Gianluigi Colin (giornalista), Franz Botré ed Enzo Rizzo (direttore e vicedirettore, rivista Spirito DiVino), Carlo Cambi (giornalista enogastronomico), Paolo Marchi (giornalista, Identità Golose), Aldo Colonetti (docente, Facoltà di Design del Politecnico di Milano), Fede & Tinto (conduttori Decanter – RadioRai), Francesco Salvi (attore) e da Elda Felluga (Presidente del Movimento Turismo del Vino FVG). A premiare i vincitori, accanto ai membri della Giuria, l’Assessore alle Risorse Agricole e Forestali Cristiano Shaurli, che commenta: “Siamo lieti di ospitare per la prima volta la premiazione del Concorso internazionale Spirito di Vino presso la sede della Regione Friuli Venezia Giulia. Il concorso, giunto ormai alla diciottesima edizione, è a tutti gli effetti una manifestazione matura e di successo, pronta ormai ad affrontare anche nuove sfide mantenendo la qualità e l’umorismo che l’hanno sempre contraddistinta. La viticoltura e il vino fanno parte della storia della nostra regione ma, presentandoci al mondo, diventa sempre più importante anche tutto quanto vi sta attorno: dal paesaggio, alla storia, fino all’arte, che iniziative come questa sanno mettere in campo.”  Esprime la sua grande soddisfazione anche la presidente del Movimento Elda Felluga: “Questo concorso è nato nel 2000 e quest’anno diventa maggiorenne! Fin dall’inizio ha voluto comunicare il vino in maniera trasversale e vuole continuare a farlo ma con un’importante novità. Sono molto lieta di annunciare la preziosa collaborazione con l’Accademia di Belle Arti G.B. Tiepolo di Udine, e ringrazio il direttore Fausto Deganutti qui presente. Dal 2018 Spirito di Vino dedicherà particolare spazio all’illustrazione satirica, riportando l’attenzione sulla manualità del tratto, sul recupero del segno grafico e del disegno. Al centro la mano: la mano che materializza l’idea su un foglio bianco come la mano del contadino che coltiva la terra per raccogliere i suoi frutti.”

Be the first to comment

Leave a comment

Your email address will not be published.


*


Vai alla barra degli strumenti